Warning: Parameter 2 to qtranxf_postsFilter() expected to be a reference, value given in /web/htdocs/www.frenchymommies.com/home/wp-includes/class-wp-hook.php on line 286
Carico mentale | Sono esausta moralmente - Frenchy mommies
Warning: Parameter 2 to qtranxf_postsFilter() expected to be a reference, value given in /web/htdocs/www.frenchymommies.com/home/wp-includes/class-wp-hook.php on line 286

Warning: Parameter 2 to qtranxf_postsFilter() expected to be a reference, value given in /web/htdocs/www.frenchymommies.com/home/wp-includes/class-wp-hook.php on line 286
mamma-stanca-carico-mentale
Stato d'animo

Carico mentale | Sono esausta moralmente

Ultimamente ho avuto un momento di esaurimento. Sono esausta moralmente, anzi ora questa fase sembra passata ma so che non finisce qui. Il mio carico mentale è presente in ogni momento della vita.

Un insieme di cose ha fatto sì che ho perso le staffe. E quando succede ti dimentichi di chi hai di fronte: figlie o marito subiscono in pieno questo esaurimento.

La pazienza pari a zero, i consigli che non accetti, le urla al posto delle parole e una sola voglia : scappare !

Pensavo di essere forte, forte per gestire ogni situazione ma in realtà sbagliavo.

Ho in mente l’esempio di mia madre che ho sempre ammirato, ha sempre lavorato a tempo pieno, ha sempre seguito noi senza l’aiuto dei nonni, la sua casa senza l’aiuto di una signora delle pulizie.

Ci portava ovunque con lei: dalla spesa alle uscite nei boschi (il week-end mio padre non amava molto uscire o lavorava). Quindi il modello di mia madre è diventato il mio modello senza rendermene conto, che oggi mi accorgo che forse forse non è il modello perfetto.

Ma ora mi rendo conto che NO, non deve per forzare essere così, NO non posso e non riesco a pensare a tutto anche se lui che mi ricorda le cose da fare.

E se questo fosse il carico mentale di cui tutte parlano?

Il mio cervello frulla in continuazione, ah sicuramente non si tratta di studi pazzeschi su come salvare il pianeta ma di cose banali che noi donne (e non dico mamme) abbiamo da sbrigare.

L’esempio stupido che mi viene in mente.

Sono le 18. Preparo le verdure per la cena mentre le bambine sono in bagno e giocano nell’acqua. Ovviamente sono sempre a controllare che tutto prosegua per il verso giusto. Nel mentre le verdure cuociono. Vado in bagno, le tiro fuori, le vesto tra le urla di qualcuno che non voleva quel colore di pigiama, l’altra che scappa perchè pensa che sto giocando a metterle il pannolino. Asciughi i capelli a tutte e due… E ti dimentichi le verdure ! Ecco sono bruciate, immangiabili !

Questo è un esempio banale tra tanti ma tantissimi che succedono tutti i giorni.

Ma ovviamente, sono cose invisibili per chi non sa. Tendenzialmente mio marito non si interessa di queste cose ma non perchè non vuole sapere. Semplicemente perchè lo tengo all’oscuro di tutto, perchè tutto ciò rimane nel mio cervello (e spesso dimentico). Ovviamente l’uomo aspetta sempre l’ordine o il favore di fare le cose. Ultimamente erano più ordine che favore.

Il dentifricio da ricomprare e da segnare sulla lista della spesa, chiamare il giorno dopo la pediatra perchè tua figlia sembra avere l’occhio gonfio, confezionare il costume di Carnevale a tema.

Io mi chiedo sempre come fanno a NON VEDERE tutto come le vedo io.

Colpa mia lo ammetto, se avessi delegato più spesso chiedendo in una maniera più cortese senza pormi come il capoprogetto della casa, le cose sarebbero andate meglio.

Purtroppo sono arrivata al massimo delle mie capacità ed sono esplosa di rabbia. Sono esplosa in faccia a lui che non capiva, che si fermava alle cosette successe pochi giorni prima mentre io rimuginavo tutto ciò che avevo dentro di me.

MA ESISTE UNA SOLUZIONE AL NOSTRO CARICO MENTALE?

La chiave è parlare, parlare più spesso.

Perchè le cose da fare e che ci pesano sono le conseguenze di una mancanza di dialogo.

Capire che le cose si possono fare insieme per il bene di ognuno, perchè prima dei figli e della casa ci siamo noi come coppia.

Perchè se la coppia va male allora andrà tutto male. Parlare di ciò che ci pesa, parlare di noi, ma anche scambiarsi due parole sulla giornata di lavoro senza interruzione da parte dei figli.

Il carico mentale sarà sempre presente perchè non si può cambiare le cose e non penso che cambierà per nessuno al mondo semplicemente perchè qualcuno dovrà pur cominciare a stilare la lista delle cose da fare. Ma parlando e dividendo i compiti riusciremo da alleviare un pochino questo peso.

 

“Amare non è guardarsi l’un l’altro ma è guardare insieme nella stessa direzione”

Maman de 2 nénettes. Frenchy à Milan since 2006


Warning: Parameter 2 to qtranxf_postsFilter() expected to be a reference, value given in /web/htdocs/www.frenchymommies.com/home/wp-includes/class-wp-hook.php on line 286

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItalian
fr_FRFrench it_ITItalian