Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Stato d'animo

Mamma blogger… e poi

Ho sempre voluto scrivere un pezzo di ciò che penso del mondo dei blogger in particolare dei mamme blogger.

La prima generazione ha capito tutto, erano i precursori e sono tutt’ora i più seguiti e sono sempre loro che hanno saputo dare un valore aggiunto a ciò che era il loro blog trasformandolo in magasine o creando un proprio e vero marchio (sto pensando a Sweet as a candy).

E poi arrivo io e le altre, quelle della seconda generazione. Mi definirei come Zara che imita i vestiti di Prada. Ecco non abbiamo saputo prendere il treno al volo quando era il momento anche perchè forse ci mancava la cosa principale per essere una mamma blogger : LA PROLE ! E quindi abbiamo seguito la tendenza, d’altronde aprire un blog si fa in 10 secondi e scrivere dei pezzi cosa ci vuole???

Riguardando quello, non credete che la cosa sia veramente easy ! Se vuoi uscire dal gregge, devi essere brava, sapere scrivere di cose giuste al momento giusto, e essere un buon fotografo e non fare le cose alla cazzo di cane come vedo nella maggiore parte dei blog.

Torniamo al dunque. Ormai appena ti nasce il bambino, pensi di essere interessante e quindi apri un blog. Ecco vuoi diventare una mamma blogger, ricevere regali come se piovesse, ci credi forte ma forte forte.

Ma non è cosi ! Anzi nessuno ti cagherà di striscio se non hai le conoscenze giuste e la faccia per affrontare agenzie di com, eventi e altro.

Ma poi arriva un momento in cui la tua vita diventerà un incubo, in cui la tua vita sarà condizionata da quello: blog e instagram ! Ogni piccola cosa che fai in casa, ogni uscita che fai viene pensata per il blog o instagram.

Arriverà pure il momento in cui la mamma blogger non può andare avanti. I figli crescono, potranno interessare diciamo fino ad un certo punto.

Ma poi ?

E poi si fa un altro figlio e sei coperta ancora per qualche anno.

Ma poi?

Boh.

Cosa si fa?

Tendenzialmente la mamma blogger ha tempo, tendenzialmente è casalinga con marito che lavora tanto e con uno stipendio che copre le spese. E quindi non è preoccupato del futuro, se chiude bottega. Pazienza.

Il blogging non ti paga il mutuo.

Comunque resta il fatto che essere mamma blogger era più bello prima quando allora non c’era competizione, quando ancora non si sapeva che fosse un mestiere di influencer, quando ancora la parola influencer non esisteva.

Era tutto più naturale prima !

 

 

Maman de 2 nénettes. Frenchy à Milan since 2006

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItalian
fr_FRFrench it_ITItalian